Target notizia: personale scolastico

Ci preme precisare che nei giorni interessati da provvedimento di sospensione delle attività didattiche:
– il personale ATA sarà in servizio poiché interessato da orario di lavoro legato al servizio di ufficio pubblico e non alla didattica;
– il personale Docente è tenuto a partecipare unicamente ad eventuali attività funzionali all’insegnamento.

In merito alle attività funzionali all'insegnamento vige l’art. 28 co. 4 del CCNL 2016/18: “il piano annuale delle attività, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti [...] e con la stessa procedura è modificato nel corso dell’anno scolastico per far fronte a nuove esigenze.”

Pertanto nei periodi di sospensione delle attività didattiche il personale docente è tenuto a partecipare alle attività se già programmate e inserite nel piano annuale, ovvero nelle cosiddette 40+40. Modifiche o integrazioni a quanto stabilito devono essere sottoposte al collegio dei docenti per opportuna delibera.

Precisiamo inoltre che gli organi collegiali devono essere convocati con un preavviso di almeno 5 giorni ai sensi dell'art.1 C.M.105/7.

Il DPCM firmato nella tarda serata del 4 marzo proroga la sospensione delle attività didattiche fino al 15 marzo 2020.

prof. Federico De Martino

CISL SCUOLA ALESSANDRIA-ASTI